Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa".

  • Home
  • Ministero della Giustizia - Specchio Economico

Esprimo soddisfazione per la rapida approvazione del decreto legge che ha prorogato di un anno l’entrata in vigore della riforma che prevede il superamento degli ospedali psichiatrici giudiziari. Il Governo è stato costretto a prorogare questo termine perché non sono state ancora realizzate le strutture sanitarie, le cosiddette Rems che sostituiranno gli ospedali psichiatrici giudiziari e nelle quali saranno eseguite le misure di sicurezza.
Infatti le Regioni devono ancora completare i lavori di...

  • Creato il .

a cura di
ANNA MARIA BRANCA


Magistrato, scrittore e politico italiano, già sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Milano, Stefano Dambruoso è stato eletto deputato nella recente consultazione politica per «Scelta Civica per l’Italia», ed è ora questore della Camera dei Deputati. In magistratura dal 1990, è stato sostituto procuratore ad Agrigento poi applicato alla procura distrettuale di Palermo, indagando su associazioni mafiose e reati contro la pubblica...

  • Creato il .

Un passo avanti verso il reciproco riconoscimento delle sentenze penali in ambito comunitario è stato fatto dal Consiglio dell’Unione Europea con l’adozione della decisione quadro del 24 luglio 2008 n. 675. In essa si stabiliscono le condizioni in base alle quali, nel caso di un procedimento penale verso una persona, in atto in uno Stato membro, vengono prese in considerazione le condanne precedentemente pronunciate in altri Stati membri nei confronti della stessa e per fatti diversi, rispetto...

  • Creato il .

Il Salone della Giustizia di quest’anno, che ha avuto luogo l’11, 12 e 13 aprile nel Salone delle Fontane all’Eur a Roma, quest’anno ha usufruito di un’attrezzatura tecnologica dotata di schermi giganteschi che proiettavano immagini evocate dalle relazioni dei vari relatori. I diversi «panel» hanno spaziato dal diritto di famiglia e ai problemi dei minori, alla professione dei magistrati, alla sicurezza stradale. Ho seguito con  interesse il panel dedicato alla prevenzione nella lotta al...

  • Creato il .

Relazione sulla situazione della giustizia nel 2014 nel distretto della Corte d’Appello di Roma, svolta lo scorso gennaio dal dott. Antonio Marini nella cerimonia di inaugurazione dell’anno giudiziario 2015. Qui la seconda parte.

Il poco tempo a disposizione mi costringe a limitarmi ad alcune considerazioni di carattere generale sui temi più importanti e attuali. La relazione contiene un’analisi dettagliata della situazione della giustizia penale nel Lazio, con particolare riferimento ai settori...

  • Creato il .

L'associazionismo giudiziario in Italia ha una forte e radicata tradizione che risale ai primi  anni del Novecento. Nell’aprile del 1904 116 magistrati, in servizio nel distretto della Corte di Appello di Trani, firmarono un documento poi noto come «proclama di Trani», diretto al capo del Governo e al ministro della Giustizia, con il quale si sollecitava la riforma dell’ordinamento giudiziario. Il documento rappresentava la prima iniziativa collettiva di magistrati, e veniva pubblicato con...

  • Creato il .

Completa e celere revisione delle Circoscrizioni giudiziarie; corretta redistribuzione del personale degli uffici; urgenti investimenti per realizzare il processo civile telematico con strumenti informatici di facile uso, formazione del personale ed estensione al settore penale attingendo alla mobilità da altre Amministrazioni; attuazione dell’Ufficio del giudice con il ricorso a specializzandi, praticanti legali, magistrati onorari, stagisti, per smaltire l’arretrato; accesso diffuso ai...

  • Creato il .

di Maurizio de Tilla

Per accelerare i tempi della giustizia si modificano a ripetizione le impugnative. In particolare, il giudizio per cassazione cambia ogni anno e si è arrivati addirittura a proporre quattro riti per risolvere le controversie. Importante non è però questo, ma assumere la responsabilità da parte dei cittadini (e quindi degli avvocati) di proseguire la propria sorte giudiziaria davanti al giudice delle impugnative solo nel caso di probabilità di successo e di erroneità palese...

  • Creato il .

Al via dal 29 dicembre i bandi per i passaggi di progressione economica destinati al personale civile di tutto il Ministero della Giustizia in servizio presso le quattro Amministrazioni: giudiziaria, penitenziaria, minorile e di comunità e quella degli archivi notarili. I bandi suddetti, pubblicati in seguito al confronto con le organizzazioni sindacali che ha portato a una prima ipotesi di accordo il 13 settembre, sono stati sottoscritti il 21 dicembre scorso; si tratta della prima fase delle...

  • Creato il .

Il decreto legge sulla Giustizia, pubblicato prima del 30 giugno 2014, già prevede uno slittamento per le cause pendenti per le quali il processo telematico entrerà in vigore il 31 dicembre prossimo. Il processo telematico vale solo per le nuove cause e non per tutti gli atti. La citazione e la comparsa di costituzione vanno notificate e depositate in forma cartacea, salvo invocazioni ed eccezioni che confermano la regola. Applicabile da subito per il ricorso per decreto ingiuntivo e per alcune...

  • Creato il .

Il 6 maggio scorso il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha ricevuto la presidenza e la giunta centrale dell’OUA, Organismo Unitario dell’Avvocatura Italiana che ha voluto sottoporre alla sua autorevole attenzione alcune riflessioni sulla situazione e sulle prospettive del settore.
Il presidente Maurizio de Tilla ha illustrato i problemi sul tappeto confermando l’impegno degli avvocati a difesa dei cittadini e della società. Riportiamo il suo intervento che è stato seguito con...

  • Creato il .

Due iniziative realizzate negli ultimi mesi vanno segnalate perché hanno messo a fuoco quanto, da qualche tempo, e senza grande clamore mediatico, il Governo attraverso il Ministero della Giustizia ed il Ministero dell’Economia e delle Finanze, sta mettendo a punto per rendere efficiente il processo civile. Il primo è stato organizzato dall’Osservatorio sulle Adr (Alternative Dispute Solutions) il 15 marzo, nella suggestiva sala del Refettorio di Palazzo San Macuto in Roma. Il secondo, il 5...

  • Creato il .

Eletto lo scorso luglio dal Parlamento riunito in seduta comune, come uno degli otto componenti non togati del Consiglio Superiore della Magistratura, l’on.le Michele Vietti ha ottenuto il massimo riconoscimento: essere considerato al di sopra delle parti. Pur essendo esponente di rilievo di un partito politico, l’Udc, sui 26 voti dei consiglieri ne ha riportati ben 24 con due sole schede bianche, riuscendo eletto alla carica di vicepresidente di quell’organo la cui guida è istituzionalmente...

  • Creato il .

Varato in piena estate, proprio nel clou delle vacanze il 13 agosto scorso, il decreto legge n. 138 contenente «ulteriori misure urgenti per la stabilizzazione finanziaria e per lo sviluppo» riguarda anche la revisione delle circoscrizioni giudiziarie, una riforma più volte richiesta dall’Associazione Nazionale Magistrati per migliorare l’efficienza del servizio giustizia. «È apprezzabile l’iniziativa del Governo, anche se la scelta dello strumento della legge delega, inserita con un...

  • Creato il .

«È stato notato da qualcuno che il mio codice è molto ponderoso:  dico subito che considero questo un difetto non mio ma della produzione normativa, del legislatore e del Consiglio Superiore della Magistratura perché quasi 4 mila pagine di informazioni sono un dato patologico. È vero che parliamo di una materia complessa, articolata e permeata di elementi di diritto, ma obiettivamente  credo che una tale mole di normazione non sia giustificabile». Così parla del proprio libro Michele...

  • Creato il .

Il ministro dell’Economia e delle Finanze, Daniele Franco, e la ministra della Giustizia, Marta Cartabia, hanno firmato il decreto con cui viene istituita la commissione interministeriale sulla giustizia tributaria allo scopo di analizzare e formulare proposte di intervento, per far fronte al contenzioso arretrato e ridurre la durata dei processi. La giustizia tributaria rientra nelle competenze del ministero dell’Economia e delle Finanze; il ministero della Giustizia è coinvolto sul fronte del...

  • Creato il .

«A me preme mettere in evidenza come, al fondo delle indagini avventate, degli arresti precipitosi, dei metodi di arbitrio e di violenza troppo spesso usati da parte degli organi della Polizia giudiziaria nei riguardi degli inquisiti, vi sia una supervalutazione del loro operato, un disprezzo nei confronti della personalità e dignità del cittadino che nasce in molti elementi della polizia e perché non avvertono simpatia dalla pubblica opinione e perché c’è in essi la sicurezza dell’impunità che...

  • Creato il .

di VICTOR CIUFFA

 

Vincitore del concorso ed entrato in Magistratura nel febbraio 1975, Francesco Monastero fu nominato pretore a Monza dove rimase fino al settembre del 1979; quando divenne giudice del tribunale di Roma, dove svolse le proprie funzioni fino al marzo del 1999, prima come giudice istruttore poi come giudice per le indagini preliminari, quindi, per un breve periodo tra il 1998 e il 1999, come presidente di un collegio penale. Collocato fuori ruolo nel marzo del 1999, prese...

  • Creato il .

«Ritengo essenziale non alimentare un clima di allarmismo intorno ai temi dell’ambiente, della sostenibilità e della riduzione di emissioni di gas inquinanti, perché credo che la tematica ambientale sia una priorità nell’interesse di tutti i Paesi. Certamente le politiche annunciate dal presidente Trump vanno in un direzione differente rispetto all’amministrazione precedente, ma ciò non implica che le tematiche ambientali siano passate in secondo piano e che non si possa avere un sereno e...

  • Creato il .

Romano, laureato alla Sapienza nel luglio 1973, nel febbraio 1976 Fabio Massimo Gallo conseguì l’abilitazione all’esercizio della professione forense; entrato in magistratura dal giugno 1979, è stato giudice nel tribunale penale di Milano dal 1980 al 1982, quindi in servizio fuori ruolo nel ministero della Giustizia dal 1982 al 1984, pretore del Lavoro a Roma fino al dicembre 1993, giudice nel tribunale civile di Roma e componente del Consiglio giudiziario presso la Corte di appello romana per...

  • Creato il .

© 2017 Ciuffa Editore - Via Rasella 139, 00187 - Roma. Direttore responsabile: Romina Ciuffa