Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa".

  • 008

TRENITALIA, TURISMO INVERNALE: CON FRECCE, REGIONALI E BUS SULLE PISTE DA SCI

Domanda e offerta di servizi ferroviari e integrati (Frecce e regionali) per raggiungere le principali località sciistiche sono in crescita: la domanda è aumentata del 25 per cento e un esempio di successo è la corsa regionale del sabato mattina alle 7,10 da Torino Porta Nuova per Bardonecchia che al costo di soli 7 euro per il biglietto consente, utilizzando i treni regionali della Sfm3, di arrivare sulle piste da sci alle 8.36; una navetta gratuita accompagna i passeggeri a Campo Smith o allo Jafferau, e alle 9 è già possibile trovarsi in pista. I ritorni sono previsti dalle 15.21 (a Torino alle 16.45) e per ogni ora successiva fino alle 22.21. Se invece si preferisse Oulx-Cesana-Claviere-Sestriere, stessa organizzazione: anche in questo caso c’è una navetta bus che accompagna nella Via Lattea. Rientri previsti con un treno regionale ogni ora fino alle 22.34.

Limone Piemonte da Fossano si raggiunge a soli 5,25 euro, partendo al mattino con il regionale delle 7.25 (alle 7.49 da Cuneo) per andare a sciare sugli impianti della Riserva Bianca prossimi alla stazione; per la seggiovia Pila, poco distante dalla stazione di Aosta, è possibile partire da Ivrea alle 7.12 per arrivare sulle piste nelle prime ore del mattino. A disposizione per il ritorno un treno regionale fino all’ultima partenza delle 21.28.

Per chi invece si trova in Veneto, grazie all’integrazione fra treni regionali e i servizi urbani/extraurbani di Dolomitibus, il sabato si arriva sugli impianti di Cortina d’Ampezzo partendo da Belluno alle 8.30 e arrivando a Calalzo - Pieve di Cadore alle 9.27, al costo di 4,90 euro. Ma raggiungere località di montagna è possibile anche mediante i bus FrecciaLink, che partono dalle stazioni dove arrivano i treni alta velocità di Trenitalia, per arrivare in bus direttamente nelle località sciistiche come Ortisei - Santa Cristina - Selva di Val Gardena, Canazei - Moena - Vigo di Fassa, Cortina d’Ampezzo, Courmayeur e Madonna di Campiglio.

Il servizio Frecce più bus, per un’unica soluzione di viaggio, arriva anche a Siena, Perugia, Matera, Potenza, Salerno, Cremona, Brescia, Catanzaro e Lamezia Terme.

 

 

 

 

Tags: turismo Trenitalia Piemonte treni autobus alta velocità gennaio 2018 Dolomitibus Dolomiti sci Torino Cortina d'Ampezzo Belluno Frecce Frecciarossa FrecciaLink bus

© 2017 Ciuffa Editore - Via Rasella 139, 00187 - Roma. Direttore responsabile: Romina Ciuffa