Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa".

INCONTRO MINISTRO CENTINAIO - AMBASCIATORE LI JUNHUA PER FUTURE RELAZIONI ITALIA - CINA

Il ministro delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo Centinaio ha incontrato il nuovo ambasciatore cinese in Italia Li Junhua per parlare delle future relazioni tra Italia e Cina in materia di turismo e agro-alimentare.

Così il ministro: "Stiamo ora lavorando al 2020 anno della cultura e del turismo Italia-Cina. Per questo motivo, insieme con l'ENIT e il dipartimento del Turismo, lavoriamo con le Regioni italiane intorno a tre priorità strategiche: migliorare i collegamenti aerei, in modo che un numero maggiore di visitatori arrivino direttamente, senza passare da altre capitali europee; rendere sempre più conosciuta, sicura e chinese friendly l'offerta turistica italiana, oltre gli itinerari classici quali Roma, Firenze, Venezia; sfruttare al massimo le potenzialità delle piattaforme on-line, in termini di promozione come pure di pagamento digital".

Ha inoltre aggiunto che il dipartimento del Turismo ha predisposto il progetto di turismo condiviso "Semplicemente Italia": passione nel cibo, nell'accoglienza e nella cultura dei territori, con l'obiettivo di realizzare percorsi formativi professionali per le nuove classi di operatori della ristorazione.

Per quanto riguarda l'agro-alimentare, Centinaio ha espresso la volontà di rafforzare la collaborazione n settori come la viticoltura, l'olio di oliva, la produzione casearia, la lavorazione delle carni nonché la ricerca, l'innovazione e la sostenibilità agricola. "È importante sviluppare l'interscambio, offrire nuove opportunità alle imprese e favorire l'espansione dei rapporti commerciali. Combinare agricoltura e turismo apre nuove possibilità per lavorare insieme, come ho potuto verificare nelle visite che ho compiuto quest'anno nel suo Paese." ha commentato il ministro, auspicando infine che alcuni dossier agroalimentari, ancora aperti, a cominciare dal riso da risotto - come pure quelli di mele, pere, tartufo e farina di frumento - siano definiti al più presto.

Tags: agricoltura agroalimentare agricoltori vino turismo riso Politiche Agricole Ministero dell’Agricoltura mipaaft Cina Ministero delle Politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo aziende agricole olio carne agriturismo Luglio Agosto 2019

© 2017 Ciuffa Editore - Via Rasella 139, 00187 - Roma. Direttore responsabile: Romina Ciuffa