Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa".

  • Home
  • Rubriche
  • Le Ultimissime
  • ACCELERAZIONE DEL MERCATO DELLE ABITAZIONI A FINE 2017; SEGNO + ANCHE I SETTORI TERZIARIO-COMMERCIALE E PRODUTTIVO
  • 008

ACCELERAZIONE DEL MERCATO DELLE ABITAZIONI A FINE 2017; SEGNO + ANCHE I SETTORI TERZIARIO-COMMERCIALE E PRODUTTIVO

Il mercato immobiliare continua a crescere per l’undicesimo trimestre consecutivo. Il settore delle abitazioni accelera nuovamente, segnando un +6,3% tendenziale nel periodo ottobre - dicembre 2017, dopo oltre un anno di progressivo rallentamento. Firenze e Milano sono risultate le due grandi città con il maggior rialzo degli scambi, mentre Palermo, Bologna e Roma chiudono l’anno con il segno meno. In crescita anche le compravendite di cantine e soffitte (+12,2%), box e posti auto (+3,8%). Il trend positivo si conferma anche per il settore terziario - commerciale, in aumento del 9,2%, un incremento quasi doppio rispetto a quello registrato nel trimestre precedente, mentre il settore produttivo riduce la sua crescita, fermandosi a quota +2,8%. Sono questi i principali dati contenuti nelle statistiche trimestrali dell’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate pubblicate oggi.

Nell’ultimo trimestre del 2017 sono state registrate 152.608 compravendite di abitazioni, per una crescita del 6,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. L’accelerazione è più marcata nei comuni non capoluogo (+6,7%) rispetto ai capoluoghi (+5,5%). La superficie media dell’abitazione compravenduta non ha subito significative variazioni, restando prossima ai 106 metri quadri. Il comparto dei depositi pertinenziali, ovvero cantine e soffitte, conferma sostanzialmente la dinamica registrata nel precedente trimestre, con un tasso di crescita che passa dal +11,5% al +12,2%, ad eccezione di alcune aree del centro dove si registra qualche segno meno. Il mercato di box e posti auto si ravviva, con una crescita del 3,8%, quasi interamente concentrata nei Comuni non capoluogo: anche in questo caso, l’unica macroarea in controtendenza risulta il Centro, dove le compravendite calano del 2,5%.

Per quanto riguarda le otto maggiori città, Firenze (+11,8%) e Milano (+9,1%) mostrano tassi di crescita sopra la media, Torino e Genova registrano rispettivamente +7,7% e +6,1% mentre Napoli guadagna 4 punti percentuali. Segno meno invece per Roma (-1,3%), Palermo (-6,1%) e Bologna (-4,2%) che conferma il trend negativo del precedente trimestre.

Nel quarto trimestre 2017 anche le compravendite del settore terziario-commerciale risultano in aumento (+9,2%), con una crescita più accentuata soprattutto al Centro e nelle aree del Nord - Est. In particolare, le transazioni che riguardano uffici e studi privati sono risultate in leggero calo (-0,3%) su scala nazionale (soprattutto per effetto del dato negativo, -11,3%, della macro area Nord - Ovest) mentre quelle di negozi e laboratori mostrano il tasso di crescita tendenziale più alto tra i quattro comparti del settore terziario - commerciale (+13,2%).

Segno più anche per il settore produttivo (+2,8%), anche se in netta decelerazione rispetto al precedente trimestre, che aveva segnato un +14,3%. In particolare, l’analisi per macroaree mostra una chiara differenziazione tra il Nord, in crescita, e il Sud e le isole con volumi in calo, mentre il centro rimane sostanzialmente

 

Tags: Agenzia delle Entrate mercato immobiliare immobili Marzo 2018

© 2017 Ciuffa Editore - Via Rasella 139, 00187 - Roma. Direttore responsabile: Romina Ciuffa