Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa".

  • Home
  • Unione Europea - Specchio Economico

Con 307 voti favorevoli e 116 contrari la Camera dei Deputati ha approvato in via definitiva la legge di Stabilità 2015. Il testo è composto da un unico articolo di 735 commi; la manovra ammonta a complessivi 32 miliardi di euro. Si ripete così anche quest’anno, con l’alibi del voto di fiducia, l’attività legislativa mostruosa dei maxi-emendamenti con la maledizione infernale dei multi-comma. La legge necessita di 119 interventi attuativi che si aggiungono ai 466 dei Governi Letta e Monti, in...

  • Creato il .

Dopo aver studiato a Lione in Francia, Hassan Abouyoub fu assunto presso il ministero del Commercio e dell’Industria del Marocco e nel 1980 divenne direttore del Commercio estero. In tale veste ideò e guidò il processo di adesione del Marocco al Gatt (general agreement on tariffs and trade, accordo mondiale sul commercio), condusse i negoziati commerciali con la Comunità Europea e partecipò ai negoziati dell’Uruguay Round. Dal 1990 al 1993 Abouyoub fu ministro del Commercio estero, degli...

  • Creato il .

Sulla Gazzetta Ufficiale sono stati pubblicati i due decreti interministeriali per introdurre l'obbligo di indicazione dell'origine del riso e del grano per la pasta in etichetta, firmati dai ministri Maurizio Martina e Carlo Calenda.
Entrano così in vigore i provvedimenti che introducono la sperimentazione per due anni del sistema di etichettatura, nel solco della norma già in vigore per i prodotti lattiero caseari. A partire dalla pubblicazione è prevista una fase di 180 giorni per...

  • Creato il .

Il primo gennaio scorso è stata depositata la sentenza con la quale la Corte di Cassazione il 19 settembre del 2012 aveva confermato il dissequestro di 245 milioni di euro nei confronti di Unicredit, nell’ambito dell’inchiesta conclusasi con il rinvio a giudizio dell’amministratore delegato e di altre 19 persone, 16 manager di Unicredit e 3 del gruppo bancario Barclays, con l’accusa di frode fiscale. La banca ha poi patteggiato con il Fisco versando 260 milioni circa di euro per chiudere tutte...

  • Creato il .

Milanese, laureato in Economia e Commercio nell’Università Cattolica del Sacro Cuore, Gianluca Garbi dieci anni fa era un consigliere economico del Ministero del Tesoro; con esperienze nel settore finanziario, maturate anche in incarichi ricoperti in grandi banche internazionali come Banque Paribas e JP Morgan, ha lavorato a lungo con Mario Draghi, l’allora direttore generale del Tesoro destinato a diventare recentemente governatore della Banca d’Italia. Nel 1998 Draghi pose Garbi a capo di...

  • Creato il .

Nato a Varsavia, Giampiero Massolo si è laureato nel 1976 in Scienze Politiche, con indirizzo politico-internazionale, nell’università Luiss di Roma e nel 1977/1978 ha prestato servizio nella direzione per le Relazioni economiche e sociali e poi nella direzione per le Questioni comunitarie e gli Affari internazionali della Fiat a Torino. Entrato nella carriera diplomatica nel 1978, a 23 anni, dal 1980 al 1985 ha prestato servizio nelle ambasciate d’Italia presso la Santa Sede e presso l’Unione...

  • Creato il .

Termini quali «crescita intelligente» e «sostenibilità» sono già stati usati dall’Europa nel 2000 nel programma di riforme economiche approvato a Lisbona dai capi di Stato e di Governo. Senza dubbio bellissime parole, ma l’Europa si pone degli obiettivi senza avere gli strumenti adeguati per raggiungerli e attuarli. È nella sostenibilità che possiamo lasciare alle generazioni future un capitale almeno uguale a quello di cui abbiamo goduto noi stessi, e costituisce una possibilità che l’Europa...

  • Creato il .

Sottosegretario alla Difesa con la delega agli Armamenti, l’on. Filippo Berselli è protagonista, in questi mesi, di una serie di incontri con i rappresentanti del suo settore sia dei Paesi dell’Unione europea sia degli Stati Uniti. Tra gli argomenti principali il ruolo dell’industria della difesa italiana nei grandi programmi in elaborazione a livello internazionale per la costruzione di nuovi sistemi d’arma, in particolare aerei. Un tema importantissimo per l’economia italiana in generale, in...

  • Creato il .

La Federazione italiana editori giornali, fondata nel 1950, rappresenta le aziende editrici di giornali quotidiani e periodici e le agenzie nazionali di stampa. Vi aderiscono l’Associazione stampatori italiana giornali e la Federazione delle concessionarie di pubblicità. Tra i suoi scopi, previsti dallo Statuto, rientrano la tutela della libertà di informazione; la tutela dell’economicità delle aziende editrici quale condizione essenziale per l’esercizio della libertà di informazione; lo...

  • Creato il .

Ancora un record per l’export agroalimentare made in italy, che chiude il 2017 superando quota 41 miliardi con una crescita annua del 7%: si conferma il crescente interesse per cibo e bevande tricolori nel mondo. Così la Cia-Agricoltori Italiani in merito all’ultimo rapporto sul commercio estero diffuso dall’Istat.

Nel dettaglio -secondo le elaborazioni dell’ufficio studi Cia sui dati- tra i mercati di sbocco oltre tre quinti (65%) delle vendite è finito sulle tavole dei consumatori Ue con la...

  • Creato il .

Quest’Europa non ci piace molto. Non è l’Europa che immaginavamo non solo negli anni 50, ma anche negli anni 90. È un’Europa in cui si sono trasferite le peggiori beghe da lavatoio pubblico dei suoi Paesi. È un’Europa che, invece di essere al di sopra dei vari partner e quindi delle zuffe interne da cortile, ha trasformato quest’ultimo in un lavatoio europeo. Questa è un’Europa in cui un politico qualunque, di qualunque partito e di qualunque Paese, si sveglia la mattina e, scorsi i titoli dei...

  • Creato il .

L’opinionista Giorgio Benvenuto

Renzi fa bene a puntare i piedi in Europa per una svolta vera di politica economica. Il surplus del bilancio tedesco ha messo in discussione la struttura dell’unione monetaria. L’anomalia tedesca è che il suo surplus esterno è arrivato al 9 per cento del prodotto interno lordo (le regole europee - disattese dalla Merkel - prevedono che nessun Paese possa avere un surplus esterno maggiore del 6 per cento). Il surplus delle partite correnti della Germania supera...

  • Creato il .

di GIORGIO BENVENUTO presidente della fondazione Bruno Buozzi

 

I ventisette Paesi dell’Unione Europea hanno rinviato al prossimo anno la definizione del budget 2013-2020. Pesano in questo, come in altri temi, le divisioni tra i Paesi ricchi, ognuno impegnato a difendere i propri sconti e i propri benefici. Ci si domanda: perché non sfruttare la massa critica dell’Europa per vincere la sfida della globalizzazione con la Cina, il Brasile, l’India? «Perché i soldi si spendono molto meglio a...

  • Creato il .

Il successo dell’integrazione europea è stato all’inizio grande. Ha assicurato, come ricordava spesso il presidente emerito Carlo Azeglio Ciampi, la pace stabile nei suoi confini, l’affermazione della democrazia anche dove vi erano dittature, ha favorito un diffuso benessere economico. L’Europa prende l’avvio il 9 maggio 1950 con la dichiarazione di Schuman per il superamento delle conflittualità nazionali. Il 1951 nasce la Ceca (Comunità Economica Carbone e Acciaio). Il 1955 la Conferenza di...

  • Creato il .

I doveri del credente innanzi allo Stato furono sanciti da Cristo stesso nell’esortazione di dare «a Cesare quel che è di Cesare e a Dio quel che è di Dio». Alla chiarezza di tali parole, nel corso di 20 secoli hanno fatto seguito continui fraintendimenti, tradottisi anche in guerre sanguinarie, sia da parte degli Stati, che delle Chiese. Scriviamo «Chiese» riferendoci scientemente non solo a quella cattolica, ma anche a quella ortodossa, a quella anglicana ed alla costellazione di quelle...

  • Creato il .

a cura di
UBALDO PACELLA

Storica società di navigazione pubblica, dopo decenni di sprechi, perdite e disservizi la Tirrenia è stata privatizzata nel luglio del 2012. Separate nel 2008 le attività delle controllate regionali Caremar Siremar, Saremar e Toremar e cedute alle Regioni perché gestissero loro direttamente la privatizzazione delle società di interesse locale che assicurano i collegamenti con le isole minori - Campania, Lazio, Sicilia, Sardegna e Toscana - restava da trovare un acquirente...

  • Creato il .

di Sergey Razov, ambasciatore della Federazione Russa in Italia

La crisi ucraina pone con tutta l’evidenza la domanda: cosa hanno da guadagnare e cosa da perdere la Russia e l’Europa nel caso del deterioramento delle relazioni tra di esse? Non vedo assolutamente alcun guadagno per la Russia, ma, in questa prospettiva degli eventi, neanche per i Paesi occidentali. La crisi nelle relazioni tra la Russia e l’Occidente, a nostro parere, rappresenterebbe una marcia indietro per la civiltà europea...

  • Creato il .

Spesso accade che in Italia si tenda ad associare mentalmente l’Austria con la musica e l’arte. Città come Vienna, Salisburgo e Innsbruck sono fra le mete più amate dagli italiani per vacanze brevi, e godono di una particolare popolarità soprattutto nel periodo dell’Avvento. Al contrario, osservano gli esponenti austriaci, si tende spesso a sottovalutare la grande importanza che hanno i rapporti economici bilaterali. Illustra lo stato attuale e le prospettive delle relazioni nonché interessanti...

  • Creato il .

È sempre più impervia la strada per uscire dalla crisi. Facciamo fatica. L’Italia non riesce a realizzare il cambio di passo. L’Europa deve essere diversa. Le soluzioni «uscire dall’euro» o «creazione di due eurozone» sono velleitarie ed incongrue. La realizzazione dell’Europa deve andare avanti. Deve essere raggiunta una maggiore e migliore omogeneizzazione delle politiche sociali, energetiche, fiscali. Le differenze tra i sistemi fiscali, istituzionali, sociali, stanno portando al nomadismo...

  • Creato il .

È assai probabile che a causa della Brexit la mobilità internazionale a fini lavorativi cambierà molto ed è pertanto auspicabile che gli europei che lavorano in Gran Bretagna, i britannici operativi in Paesi membri dell’UE e infine i loro datori di lavoro si interroghino sulle opportunità offerte e sulle differenze in materia di fiscalità e diritto del lavoro. BDO, network internazionale nella gestione delle risorse umane in mobilità o distaccate all’estero, ha pubblicato un vademecum per...

  • Creato il .

© 2017 Ciuffa Editore - Via Rasella 139, 00187 - Roma. Direttore responsabile: Romina Ciuffa