Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione. I cookie che usiamo ci permettono di conteggiare le visite in modo anonimo e non ci permettono in alcun modo di identificarti direttamente. Clicca su OK per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Cookie policy completa".

  • Home
  • Megaeventi e diritti umani a Rio de Janeiro - Specchio Economico

Il padre gli regalò, per la maturità classica, un biglietto per il Brasile. Rimase 3 mesi a Rio de Janeiro. Durante la conduzione di un piccolo programma radiofonico a Roma, aveva già conosciuto la manager dei più grandi artisti brasiliani, che contattò una volta giunto a Rio; lei subito lo prese sotto la sua ala protettrice. Famosissima per essere stata la zia dei due rivoluzionari del movimento tropicalista, Gilberto Gil e Caetano Veloso, in quanto zia delle due cugine carnali che i cantanti...

  • Creato il .

La candidatura di Roma quale sede dei Giochi Olimpici del 2020, sostenuta dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano e dall’Assemblea Capitolina con la deliberazione del 14 luglio 2010, si sta avviando verso la scelta finale, che spetta al CIO, il Comitato Olimpico Internazionale, che deciderà nel 2013. Nel frattempo le candidature, rispetto al passato, si sono ridotte a sei, tutte autorevoli e, quale più quale meno, ognuna comunque suffragata da particolari caratteristiche positive, bene...

  • Creato il .

Rioma si addentra ancora una volta nell’analisi del dossier «Megaeventi e diritti umani a Rio de Janeiro», pubblicato dal Comitato popolare per i Mondiali e le Olimpiadi di Rio de Janeiro, un lavoro molto attento e crudo sulle ingiustizie compiute dal potere pubblico e dalle imprese private appaltatrici ai danni dei cittadini. Nei numeri precedenti di Specchio Economico abbiamo parlato di favelas, occupazioni abusive, rimozioni coatte, soprusi ambientali, monopoli commerciali e così via. La...

  • Creato il .

SECONDA PARTE - Continua il viaggio di Rioma negli scandali brasiliani dei megaeventi, che hanno condotto la popolazione sul lastrico impoverendola e umiliandola, frustrandola e truffandola. Sono le lucide descrizioni contenute nel dossier «Megaeventi e diritti umani a Rio de Janeiro» pubblicato dal Comitato popolare di Mondiali e Olimpiadi di Rio de Janeiro, che, in maniera obiettiva e sulla base di dati, consentono di avere una maggiore chiarezza su una situazione contestata al punto tale da...

  • Creato il .

TERZA PARTE - Rioma prosegue nell’analisi del dossier «Megaeventi e diritti umani a Rio de Janeiro» pubblicato dal Comitato popolare di Mondiali e Olimpiadi di Rio de Janeiro, uscito in Brasile denunciando tutti i soprusi compiuti dal Governo per favorire Mondiali ed Olimpiadi, ossia gli interessi di pochi (privato e pubblico) a lucrare sul lucrabile. In nome di interessi ambientali sono stati modificati gli ecosistemi delle zone interessate ai megaeventi e sono state scacciate le comunità e...

  • Creato il .

Chiude con questa quinta ed ultima parte il nostro servizio basato sul dossier che il Comitato popolare della Coppa e delle Olimpiadi di Rio de Janeiro ha pubblicato a giugno del 2014. Dopo aver affrontato i molteplici temi - dalle rimozioni forzate delle comunità dalle proprie residenze, agli scandali dei trasporti e della mobilità, agli sprechi pubblici, alla mercantilizzazione e alla speculazione di pochi, all’elitarismo, alla sottoposizione di tutte le minoranze, soprattutto povere e...

  • Creato il .

PRIMA PARTE - Il Comitato popolare dei Mondiali e delle Olimpiadi di Rio de Janeiro, collettivo di gruppi e individui contro le violazioni dei diritti umani nei megaeventi, pubblica la terza versione del dossier «Megaeventi e diritti umani a Rio de Janeiro». La prima, lanciata a marzo del 2012, profilava un quadro delle violazioni dei diritti umani connesse agli interventi per i Mondiali e le Olimpiadi, chiamando in causa anche le questioni relative ai seguenti temi: diritto alla casa...

  • Creato il .

© 2017 Ciuffa Editore - Via Rasella 139, 00187 - Roma. Direttore responsabile: Romina Ciuffa