back


RETRO
SPECCHIO

 

EFFICIENZA ENERGETICA,
IL PRIMO RAPPORTO DELL'ENEA


Un impianto PCS dell'Enea

 

L’Enea ha predisposto il primo «Rapporto sull’efficienza energetica» nell’ambito del proprio ruolo di Agenzia nazionale per l’efficienza energetica conferitogli dal decreto legislativo n. 115 del 2008, al fine di fornire uno strumento di monitoraggio e valutazione a sostegno delle politiche energetiche nazionali. Il Rapporto fornisce il quadro complessivo delle politiche e delle misure per l’efficienza energetica negli usi dell’energia attuate a livello nazionale e territoriale, analizza l’evoluzione dell’intensità energetica, valuta l’efficacia e i risultati ottenuti dagli strumenti già messi in atto e il grado di raggiungimento degli obiettivi nazionali di risparmio energetico. Sono esaminati e valutati gli strumenti normativi e incentivanti attivati o in vigore in Italia dal 2007 al 2010. L’azione di monitoraggio operata negli anni dall’Agenzia, che fornisce il proprio supporto tecnico-scientifico nell’attuazione delle principali misure di politica energetica in campo nazionale, quali i Titoli di efficienza energetica e gli incentivi del 55 per cento, ha permesso di rilevare l’entità del risparmio energetico conseguito, che a fine 2010 è stato calcolato pari a 47.800 gigawatt l’anno. Si tratta di un risultato che va oltre gli obiettivi prefissati dal Piano di azione per l’efficienza energetica del 2007, che prevedeva un risparmio energetico di circa 35.658 gigawatt l’anno. L’Enea ha anche pubblicato il primo volume della collana «Ogni chilowattora conta», guida accessibile anche in formato e-book, per fornire ai cittadini una chiave di lettura del Rapporto. (Elis. Man.)
back