chiudi
RETROSPECCHIO

Più elettricità dal tetto con il Profilo Omega

Particolare del Profilo Omega


Realizzato lo scorso mese nel Pesarese, nella zona produttiva di Monte Porzio, per l’azienda industriale Baioni Crushing Plants, il primo impianto fotovoltaico basato sul «Profilo Omega», brevettato dalla società Energy Resources, è costituito da una speciale lamiera di alluminio che consente un fissaggio dei pannelli del tutto innovativo. «Il sistema di appoggio è decisamente più solido e sicuro e garantisce più stabilità e durata dell’impianto, solitamente soggetto alle intemperie e al cedimento fisico dei materiali; consente un miglior deflusso delle acque piovane, si inserisce nelle architetture esistenti, risponde a criteri estetici e dà diritto al massimo degli incentivi», spiega Emanuele Mainardi, responsabile della Ricerca dell’Energy Resources. L’azienda ha compiuto un vasto intervento di riqualificazione energetica che ha compreso la bonifica dall’amianto e l’installazione, su tre capannoni del complesso, dei pannelli fotovoltaici. Il grande impianto, dalla potenza di mille chilowatt, rappresenta la prima applicazione, nel campo dell’energia solare, del Profilo Omega, che prende il nome dallo strumento che ricorda l’omonima lettera greca. Nell’intervento la Baioni Crushing Plants ha investito 4 milioni di euro. «In questo modo–, ha spiegato l’amministratore delegato Pietro Baioni–gli stabilimenti di Monte Porzio saranno forniti di energia elettrica ottenuta dal sole, evitando di immettere nell’atmosfera circa 400 tonnellate annue di anidride carbonica». L’energia in eccesso sarà ceduta alla rete nazionale e, grazie agli incentivi, l’investimento sarà ammortizzato in dieci anni.
chiudi