chiudi
RETROSPECCHIO

Turbec: aria calda per produrre energia elettrica

La nuova microturbina della Turbec


Azienda produttrice di microturbine ad altissima tecnologia con sede a Cento presso Ferrara, appartenente, attraverso la controllante Turboenergy, per il 75 per cento a industriali italiani e per il 25 al Gruppo Ansaldo Energia, la Turbec ha di recente raggiunto un nuovo importante traguardo avviando l’installazione di nuovi sistemi a combustione esterna composti da turbina e caldaia cogenerativa. Risultato di una ricerca durata tre anni, compiuta in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente, questi sistemi sono basati su una microturbina derivata da una macchina con alimentazione a metano, in cui è stata tolta la camera di combustione ed è stato inserito uno scambiatore ad aria calda predisposta in una caldaia a biomassa. In pratica la Turbec ha compiuto una rivoluzione tecnologica riuscendo a trasformare il calore prodotto in caldaia in energia elettrica attraverso un semplice processo di scambio termico aria-aria. «Grazie alla determinazione del Gruppo e alla sinergia con partner strategici siamo arrivati per primi all’industrializzazione di un sistema facile e gestibile per la conversione del calore in energia elettrica; una dimostrazione che in Italia, nonostante la difficile situazione dell’economia, abbiamo le risorse intellettuali e tecnologiche per creare prodotti nuovi con notevoli sbocchi di mercato–spiega il presidente ing. Carlo Mauri–. La possibilità di trasformare il calore in elettricità senza uso d’impianti complessi o di liquidi speciali, e in alcuni casi pericolosi come il vapore ad alte pressioni od olii diatermici, è sempre stato il sogno di tutti i tecnici operanti nel settore».
chiudi