chiudi
RETROSPECCHIO


Rubner: legno, ma quale instabile e di breve durata?

Stefano Rubner e Franco Laner


Specializzato nella realizzazione di edifici in legno a basso consumo energetico, il Gruppo Rubner di Bolzano è impegnato, attraverso l’organizzazione di convegni e corsi di formazione per progettisti e architetti, nella divulgazione delle competenze necessarie per realizzare costruzioni ecocompatibili e in generale della «cultura del legno» come materia prima adatta a ogni tipo di costruzione: residenziale, commerciale, alberghiera, pubblica. Le potenzialità del legno sono stati i temi discussi nell’ultimo convegno svoltosi in giugno in collaborazione con la Fondazione Architetti della Provincia di Bolzano; per l’occasione è stata scelta una sede emblema della duttilità del legno anche per grandi strutture energeticamente efficienti: il Theiner’s Garten Bio Vitalhotel di Gargazzone realizzato dalla Rubner Objektbau, la più giovane azienda della Holding. Il convegno, dal titolo «Architetto, ingegnere, imprenditore: nuove dimensioni nelle costruzioni in legno», ha posto l’accento sulle nuove tecniche costruttive e possibilità produttive. Mettendo in risalto il ruolo storico e sociale e le caratteristiche di robustezza, duttilità e durabilità di questo materiale, Franco Laner, docente di Tecnologia dell’Architettura a Venezia, ha contestato il luogo comune che lo ritiene instabile e di breve durata. Palazzetti dello sport, centri commerciali, chiese, ponti, centri per l’infanzia, sedi aziendali, alberghi, case mono e plurifamiliari sono stati realizzati in legno dalla Rubner.
chiudi