chiudi
RETROSPECCHIO

Un SuperEnalotto ancora più moderno e divertente

Emilio Petrone, amministratore
delegato della Sisal


Con la firma della convenzione tra i Monopoli di Stato e la Sisal, a quest’ultima è stata affidata per 9 anni la gestione dei giochi numerici a totalizzatore nazionale tra cui il popolare SuperEnalotto, lanciato dalla stessa società nel 1997. «È un grande risultato per la Sisal, reso possibile dall’impegno di tutta la nostra organizzazione–ha dichiarato l’amministratore delegato del Gruppo Emilio Petrone–. Questo traguardo è stato raggiunto vincendo una gara internazionale cui hanno partecipato le maggiori aziende del settore e rappresenta un riconoscimento della trasparenza del gioco italiano e del valore dell’azienda». La Sisal lancerà nuovi giochi che renderanno ancora più moderno e divertente il SuperEnalotto che nel 2008 ha raccolto oltre 2,5 miliardi di euro e coinvolto fino a 15 milioni di giocatori, con un aumento del 29 per cento rispetto all’anno precedente; positivo anche il primo semestre del 2009 con 1,2 miliardi di euro di giocate e una crescita del 37 per cento rispetto allo stesso periodo del 2008. Negli ultimi 12 mesi ha assunto oltre 90 giovani, aumentato gli investimenti e la frequentazione delle ricevitorie. La Sisal, che opera dal 1946 tramite 33 mila punti, è un Gruppo composto da varie società; nel 2008 i suoi ricavi sono stati di 291 milioni di euro, il 17 per cento in più dell’anno prima.
chiudi