chiudi
RETROSPECCHIO


Accordo tra la Vodafone e la BT Italia


Da sinistra: Pietro Guindani, amministratore
delegato della Vodafone Italia, e Corrado Sciolla,
amministratore delegato della BT Italia


La Vodafone Italia, facente parte del Gruppo Vodafone presente in 25 Paesi e in altri 36 con partnership, e la BT Italia, controllata al 100 per cento dalla British Telecommunications, hanno raggiunto un accordo in base al quale la prima consentirà l’accesso alla propria rete mobile alla seconda in modo che questa, che è dotata invece di rete fissa, diventerà il primo operatore mobile dedicato alle imprese. La Vodafone garantirà numerosi servizi mobili - voce, sms, roaming, traffico dati -, per cui la BT Italia offrirà servizi di telefonia sia fissa sia mobile. In sostanza la BT Italia, che nei mesi scorsi ha lanciato il primo servizio di convergenza fisso-mobile dedicato alle imprese, inserirà nella propria offerta soluzioni mobili con proprio marchio. In tal modo la Vodafone ha rispettato anticipatamente l’impegno di consentire l’accesso alla propria rete mobile in programma per il 2011. «Siamo orgogliosi di presentare il primo accordo in Italia di operatore virtuale tra due compagnie telefoniche, una mobile e una fissa. L’intesa testimonia come il mercato delle telecomunicazioni sia fortemente competitivo e le aziende siano alla ricerca di nuove soluzioni e servizi per rispondere alle esigenze degli utenti, spiega Pietro Guindani, amministratore delegato della Vodafone Italia. La partnership con la Vodafone, secondo Corrado Sciolla amministratore delegato della BT Italia, permetterà a quest’ultima di offrire entro l’anno, alle aziende italiane, soluzioni innnovative di convergenza fisso-mobile.

chiudi