back

ANSALDO ENERGIA:

LA SFIDA DEL MERCATO
ARRIVA DAL FUTURO

 

Ansaldo Energia è il primo produttore italiano di impianti termoelettrici
per la produzione di energia con oltre 1700 progetti realizzati in 90 Paesi

I due fratelli,
Lamberto e Massimiliano,
e un cugino, Edoardo:
sono la quinta generazione
alla guida del gruppo
Gancia S.p.A.,
nato dall’intuizione
dell’antenato Carlo Gancia
che, nel 1850, tornò
dalla Francia per creare
champagne italiano
usando, al posto del pinot
e dello chardonnay, un’uva
caratteristica della zona
piemontese: il moscato


evoluzione in atto nel mercato mondiale dell’energia e la sempre maggiore competitività fra i protagonisti del settore richiedono, alle realtà aziendali che vogliono offrire prodotti e servizi adeguati, un impegno costante per l’incremento qualitativo delle risorse tecnologiche e umane, oltre che per il raggiungimento di positivi risultati economici.
In questo ambito, Ansaldo Energia, primo produttore italiano - e fra i primi nel mondo - di impianti termoelettrici per la produzione di energia con oltre 1700 progetti realizzati in 90 Paesi e oltre 166.000 megawatt di capacità installata, opera con significativo e riconosciuto successo potendo contare su alta tecnologia, elevato standard di professionalità, progetti e realizzazioni all’avanguardia, e ampia capacità produttiva.

Sono queste, in particolare, le componenti imprenditoriali che contraddistinguono la prestigiosa tradizione di Ansaldo Energia, ma soprattutto rappresentano, in concreto, lo sforzo di interpretare (e quindi, per quanto possibile, anticipare) il futuro. Tutto questo sempre nel segno dell’energia: da centocinquanta anni nel mondo, sul filo di una storia aziendale che non si esaurisce in orgoglio e memoria, ma è proiettata decisamente all’innovazione.
E se è vero che il settore della «power generation», a livello mondiale, ha intrapreso da tempo la strada dell’incremento dell’efficienza produttiva e della maggiore attenzione allo sfruttamento dei combustibili e alle relative problematiche, è altrettanto vero che Ansaldo Energia si è affermata come la portabandiera italiana della costruzione di impianti, della manifattura di macchine rotanti e della fornitura globale di servizi post vendita. Un traguardo prestigioso, che pure non viene considerato definitivo. Insomma: la sfida continua, e riserva nuove opportunità.

Il Service
È uno dei comparti che sono stati caratterizzati, negli ultimi anni, da un notevole incremento di domanda da parte della clientela, insieme alle tecnologie di assistenza dei componenti e degli impianti, e alla diagnostica. In particolare, il service viene giudicato fondamentale per aumentare l’affidabilità, la durata e, in molti casi, anche il rendimento degli impianti. In questo campo Ansaldo Energia ha saputo sviluppare un’originale visione dell’attività di service a disposizione del cliente, trasformando i servizi di manutenzione e assistenza post vendita in una vera e propria partnership che deve durare (e dura) nel tempo.
Fra i principali obiettivi strategici dell’Azienda nei prossimi anni c’è proprio quello rivolto all’incremento delle quote di mercato, dei volumi e della redditività del settore tramite una gestione delle linee di prodotto che crea valore al cliente ottimizzando le risorse. Questa visione di «global service» si basa sull’impiego di sistemi avanzati di partnership e di relazioni tra Ansaldo Energia e la clientela, volti alla protezione e al miglioramento costante di attrezzature ed impianti.

Una maggiore presenza sulla scena internazionale
Per un’Azienda «marketing oriented», necessariamente e modernamente strutturata come Ansaldo Energia, la necessità di incrementare la presenza all’estero corrisponde a una precisa strategia d’impresa. Indicative, in questo senso, le decisioni assunte nell’anno 2006 che hanno portato al rafforzamento dell’«internazionalizzazione» dell’Azienda attraverso l’acquisizione di due società europee. È stato perfezionato, pertanto, l’acquisto, dalla società americana Calpine European Finance LLC, dell’intero pacchetto azionario della Thomassen Turbine System B.V. (TTS), azienda olandese specializzata nel settore del service delle turbine a gas di tecnologia GE.
L’acquisizione di TTS si aggiunge a quella del cento per cento della società svizzera Energy Service Group (ESG), gruppo attivo nei servizi di manutenzione e riparazione «on-site». Le due operazioni aprono pertanto la strada a nuove e importanti opportunità per sinergie industriali e commerciali all’estero, oltre che in Italia, contribuendo a sviluppare ancora più adeguatamente l’immagine dell’Azienda e il suo posizionamento industriale a livello internazionale.

La scelta dell’innovazione
Il punto fermo: non è concesso limitarsi ad assecondare l’esigenza di elaborare e realizzare progetti industriali sempre più complessi, in un sistema energetico che tende a rinnovarsi senza soluzione di continuità in nome dell’efficienza, della tutela ambientale, oltre che dell’affidabilità e della sicurezza.
Dunque, Ansaldo Energia, da sempre coerente con le strategie di innovazione, ha concentrato innanzi tutto le proprie attività sullo sviluppo di quei prodotti che costituiscono il core-business dell’Azienda: turbine a gas, turbine a vapore, generatori elettrici, impianti chiavi-in-mano, con un impegno economico assai consistente, oltre 30 milioni di euro all’anno, in investimenti, sviluppo tecnologico e professionalità di alto profilo tecnico. Ansaldo Energia continua anche ad avvalersi della collaborazione di università italiane ed estere, centri di ricerca (come, tra gli altri, Cesi, Csm, Von Karman) e partner internazionali (Rolls Royce, Skoda, MHI), mantenendo anche un grado elevato di capacità autonoma di fare tecnologia (oltre un centinaio i brevetti depositati, solo negli ultimi quattro anni).

Riflettori puntati su Ansaldo Ricerche e Ansaldo Nucleare:
due realtà distinte, ma perfettamente integrate nel Gruppo Ansaldo Energia
Ansaldo Energia non ha voluto neanche trascurare l’attenzione e l’impegno diretto nel nucleare - le cui attività fanno capo alla controllata Ansaldo Nucleare - e i servizi high tech di Ansaldo Ricerche. Quest’ultima è in grado di soddisfare la domanda di servizi high-tech a livello nazionale e comunitario, anche nell’ambito di programmi di ricerca pubblici, nei campi della termo-elettromeccanica, dell’elettronica di potenza e system integration, con l’obiettivo di creare valore mediante spin-off di attività e commercializzazione di prodotti e tecnologie sviluppati all’interno.
Si occupa principalmente di combustione, recupero energetico, distribuzione elettrica e fusione nucleare. Ansaldo Nucleare, costituita nel novembre 2005, si dedica, in particolare, ai tre segmenti strategici dei nuovi impianti, del decommissiong e radwaste treatment, e del service sulle centrali nucleari in esercizio.
Lo scenario mondiale, che mostra una nuova sensibilità nei confronti della fonte nucleare, in particolar modo negli Stati Uniti e nel Far East, ma anche il panorama italiano - in cui è molto forte l’impegno nell’attività di smantellamento degli impianti dismessi - fanno orientare lo sforzo nella direzione del mantenimento e dell’ulteriore valorizzazione del patrimonio di competenze che rappresenta per Ansaldo Energia e per l’intero «polo» energetico di Finmeccanica un significativo asset industriale a livello europeo.
Ansaldo Energia si caratterizza, quindi, come una struttura industriale competitiva, in deciso sviluppo e proiettata alla diversificazione energetica, nella consapevolezza di poter rivestire anche in futuro un ruolo da protagonista nel panorama energetico internazionale.

back