chiudi
RETROSPECCHIO

Napoli: ristrutturata la Stazione marittima
per il Seatrade 2006

Per l’edizione 2006 del Seatrade la Stazione Marittima di Napoli si presenterà con due distinti terminal passeggeri, A e B, situati nel piano terra, con possibilità di imbarco dei passeggeri nello stesso piano terra o nel primo. Lo sviluppo dei traffici crocieristici del porto di Napoli ha reso necessario modificare il progetto generale del 1998 prevedendo due distinti terminali. Il progetto ha finito per concentrare nel piano terra le principali attività terminalistiche e nel primo sia quelle di imbarco e sbarco dei passeggeri sia le attività commerciali, sempre più presenti nei terminal portuali e aeroportuali. Nell’ammezzato e nel secondo piano sorgeranno uffici dedicati alle attività crocieristiche. Saranno ripristinati gli ingressi del Piazzale Angioino, dai quali i passeggeri in partenza raggiungeranno le sale per eseguire il check-in, quindi potranno visitare al primo piano il centro commerciale o immettersi nelle sale di imbarco. Sempre con scale mobili saranno immessi nelle sale di ritiro bagagli nel piano terra, dove sono previste varie aree commerciali, concentrate nella zona degli ingressi e delle sale partenze. Nella testata verso Piazza Municipio funzionerà il nuovo centro congressi, con un’area ripartita, tramite pannelli scorrevoli, in tre o cinque sale per conferenze, per un massimo di 650 persone. In adiacenza sarà ristrutturata una grande sala a due piani per ospitare manifestazioni, esposizioni o congressi fino a 700 persone. In totale il complesso congressuale potrà ospitare circa 1.350 persone sedute. Per accogliere il Seatrade Med 2006, oltre alla disponibilità dell’intera area congressuale e di tutte le aree comuni dell’edificio della Stazione Marittima, saranno allestite nel Piazzale Angioino due grandi tensostrutture, la prima di 6.600 metri quadrati, destinata ai 250 espositori; la seconda di mille, destinata ai servizi connessi.

chiudi