chiudi
RETROSPECCHIO

Verona: una cupola
di 15 mila metri quadrati


Luxury e Yacht, una rassegna della Fiera di Verona

Elaborato dalla Aletti Merchant del Gruppo Banco Popolare di Verona e Novara, il progetto di trasformazione in società per azioni dell’Ente Fiera di Verona presieduto dall’avv. Luigi Castelletti, prevede anche l’ampliamento della superficie espositiva dagli attuali 100 mila a 140 mila metri quadrati coperti, su una superficie totale di 370 mila metri quadrati. Per potenziare le infrastrutture e i servizi è prevista una spesa di 120-130 milioni di euro nel periodo 2006-2008. Dai primi mesi del 2006 saranno disponibili ulteriori 18 mila metri quadrati grazie al completamento dei padiglioni 10 e 11. Per il quadriennio 2004-2008 le priorità d’investimento sono state individuate nella costruzione di nuovi padiglioni coperti per 26 mila metri quadrati, nella creazione di spazi per l’offerta di servizi e nel miglioramento delle infrastrutture esistenti. Entro quest’anno sarà avviata la trasformazione del volto urbanistico dell’Ente attraverso la creazione di una «città della Fiera», per cui il quartiere fieristico diventerà uno dei più moderni e funzionali d’Europa. Entro il 2010 la superficie coperta arriverà a 185.700 metri quadrati e l’investimento toccherà complessivamente i 140 milioni di euro. Gli ingressi saranno tre e al centro sarà eretta una cupola in vetro e acciaio di 15 mila metri quadrati. Cominciata nel 1898, l’attività della Fiera si è via via sviluppata - i suoi marchi più conosciuti sono Vinitaly, Fieragricola e Fieracavalli -; edilizia, macchine per movimento terra, arredamento, sport, turismo tempo libero, salute, benessere, formazione professionale sono le sue nuove aree di interesse. Ha 114 dipendenti, organizza 30 rassegne l’anno, ospita 14 mila espositori e oltre un milione di visitatori; nel 2005 ha fatturato 65 milioni di euro. Direttore generale è Giovanni Mantovani. (Laura Bin.)

chiudi